Regione Veneto

I Caduti della Seconda Guerra Mondiale

Ultima modifica 23 novembre 2018

Caduti o Dispersi di Brenzone - Guerra 1940/'45

Con queste pagine si desidera onorare tutti i ragazzi del Comune di Brenzone sul Garda che, partiti per la guerra, non sono più tornati a casa. Renderli perennemente presenti nel nostro cuore come se di ciascuno di essi noi potessimo dire: "E' TORNATO".



Alpino Boccola Andrea di Francesco
classe 1911, disperso dal 29 dicembre 1942 sul fronte russo.


Alpino Brighenti Tommaso Arturo
nato il 29.11.1912; dece­duto nel Campo N.58 TEMNIKOV –-Rep. Mordovia, il 28 febbraio 1943.



Artigliere Campetti Girolamo di Angelo

classe 1923, deceduto 18 aprile 1943 presso l'Ospedale di Merano.



Alpino Carletti Angelo di Giovanni

classe 1922, deceduto il 25 gennaio 1943 sul fronte russo.



Caporal Maggiore Consolati Andrea di Giacomo

classe 1916, deceduto il 7 luglio 1941 sul fronte greco.



Alpino Consolati Giobatta Battista di Pietro

classe 1923, disperso dal 26 gennaio 1943 sul fronte russo.



Bersagliere Consolini Giovanni di Fioravante

classe 1920, deceduto il 10 dicembre 1943 sul fronte russo.



Carabiniere Cressotti Bortolo di Angelo

classe 1913, deceduto il 28.8.1944 in Germania il 28 agosto 1944.



Artigliere Ferrari Bruno di Italo

classe 1920, deceduto il 29 ottobre 1942 a Castelletto per cause di guerra.



Marinaio Radiotelegrafista Foresti Francesco di Scipione

classe 1917, deceduto il 25 febbraio 1941 nel Mare Mediterraneo.



Alpino Gaioni Francesco di Domenico

classe 1916, disperso dal 19 gennaio 1943 sul fronte russo.



Vice Brigadiere Gasparini Carlo di Battista

classe 1908, deceduto il 22 maggio 1945 a Massafra, Taranto.



Soldato Gasparini Silvio di Giobatta

classe 1910, disperso dal 29 settembre 1943 a Cefalonia.



Soldato Giuliani Albino

classe 1921, deceduto il 26 febbraio 1954 per malattia causata dalla guerra.



Soldato Giuliani Giovanni di Donato

classe 1912, disperso dal 26 gennaio 1943 sul fronte russo.



Artigliere Giuliani Giovanni di Giuseppe

classe 1917, deceduto il 12 dicembre 1942 a Rossoch sul fronte russo.



Soldato Isotta Giuseppe di Francesco

classe 1915, deceduto il 15 dicembre 1942 sul fronte russo.



Aviatore Marconista Mantovani Bortolo di Luigi

classe 1921, deceduto il 25 agosto 1943 a Chieti in volo di guerra.



Civile Mantovani Bruno di Andrea

classe 1926, deceduto il 2 agosto 1944 in Prada durante un rastrellamento.



Soldato Modena Bruno di Bortolo

classe 1920, deceduto il 16 giugno 1954 per causa di guerra.



Alpino Pericolosi Amelio di Francesco

classe 1915, deceduto il 26 gennaio 1943 sul fronte russo.



Soldato Pericolosi Francesco

classe 1913, deceduto il 18 settembre 1958 a Verona per cause di guerra.



Marinaio Termine Dario di Giuseppe

classe 1923, deceduto il 06 aprile 1944 a Dortmund in Germania.



Alpino Termine Francesco di Battista

classe 1911, disperso dal 19 gennaio 1943 sul fronte russo.



Alpino Termine Mario di Battista

classe 1913, deceduto il 26 gennaio 1943 sul fronte russo.



Soldato Tommasini Giacomo di Antonio

classe 1913, deceduto il 19 gennaio 1943 sul fronte russo.



Artigliere Veronesi Giobatta di Fiore

classe 1922, disperso dal 31 gennaio 1943 sul fronte russo.



Soldato Vernesoni Giuseppe di Battista

classe 1912, deceduto l’11 febbraio 1944 nel Mar Egeo.



Marinaio Zamboni Angelo di Michelangelo

classe 1919, disperso dal 29 marzo 1941 nel Mediterraneo.



Civile Zecchini Francesco di Bortolo

classe 1903, deceduto 22 novembre 1944 per mitragliamento alleato.



Alpino Giuliani Giulio

classe 1911, deceduto a Brenzone il 1 febbraio 1949. Registrato sulla lapide di Castello di Brenzone s.G.


Facciamo in modo che tanti soldati non siano morti inutilmente, ma abbiano dato la loro vita per creare un futuro migliore al mondo, per realizzare ciò che nella loro breve vita non hanno potuto veder realizzato, perchè nella società esista la fratellanza, l'amore che essi sognavano nelle pause fra un combattimento e l'altro o nei momenti di paura e di sconforto.

Ricordiamo sempre che, nei loro confronti, noi siamo tutti debitori del nostro benessere attuale e della nostra libertà.

Elenco dei Caduti e dei Dispersi II Guerra Mondiale

Allegato 371.00 KB formato pdf
Scarica